Cantata biblica



CANTATA BIBLICA

1934, per soprano, baritono, coro e orchestra.

 

Programma del concerto di sala, Teatro alla Scala, 27 maggio 1940 con la Cantata Biblica di Vittorio Gnecchi

Un altro monumentale lavoro di Vittorio Gnecchi, è la Cantata Biblica, per Soprano, Baritono, Coro e Orchestra, grande affresco in tre parti su testi della Bibbia (Salmi di David), che ha visto la sua prima esecuzione a Salisburgo nel 1934. Tre le sue parti fondamentali: il “Giudizio Universale”, di sorprendente efficacia; il “Miserere” con inattesi momenti di coro a bocca chiusa; e per finire l’esuberante “Alleluia”.
Gnecchi riuscì infine di organizare un concerto alla Scala di Milano. Così il 21 marzo 1940 il grande direttore Franco Ferrara diresse la Cantata Biblica al Teatro alla Scala, con interpreti il soprano Stella Roman e il baritono Francesco Valentino concerto che viene radiotrasmesso dalla E.I.A.R. Italiana. Fu anch’esso un successo che confermò la presenza di Gnecchi anche per gli imminenti Concerti di primavera, sempre alla Scala. Così che la Cantata Biblica bissò la sua presenza scaligera il 27 maggio 1940, diretta questa volta da Alberto Erede: medesimi rimasero gli interpreti.

Locandina del Festival di Salisburgo del 1934, concerto che include Giuseppe Verdi Stabat mater e Vittorio Gnecchi Cantata Biblica

ASCOLTA ORA